Equità e autonomia privata

La tesi centrale della monografia, pubblicata nel 1970, è che il richiamo all’equità integrativa di cui all’art. 1374 c.c. legittima l’intervento del giudice sul contratto, con un giudizio individualizzante, basato sulle circostanze del caso concreto, alla luce delle direttive costituzionali. Il giudice può pertanto, da un lato, dichiarare la nullità di una singola clausola reputata iniqua, o, ove essa sia essenziale, dell’intero contratto, e dall’altro ricostruire il regolamento, nel rispetto delle disposizioni di legge e dell’interesse perseguito dalle parti. La tesi ha anticipato la giurisprudenza che, a partire dagli anni ‘90, ritiene possibili, in virtù peraltro della clausola di buona fede, quegli stessi interventi.

Compra subito Anteprima Aggiornamenti

Attenzione!

Devi eseguire il login per visualizzare il PDF in anteprima di questo libro.

×

Attenzione!

Devi eseguire il login per visualizzare gli aggiornamenti di questo libro.

×

Login

Registrati al sito