L’interpretazione del contratto

L’interpretazione è la prima operazione che va compiuta allorché si analizza il contratto, e consiste, in via principale ed in prima battuta, nella ricostruzione della volontà delle parti, cioè nell’individuazione del significato che le parti volevano attribuire alle dichiarazioni che hanno scambiato. L’interpretazione del contratto, dunque, è attività logicamente precedente a qualunque ulteriore operazione giuridica da svolgere su di esso, quali la qualificazione o l’individuazione di cause di invalidità. Il nostro ordinamento regolamenta l’attività interpretativa con gli artt. 1362-1371 c.c., a cui si aggiungono poche norme speciali, soprattutto in tema di diritto dei consumi. Il modo in cui tali norme vengono lette è cambiato profondamente in tempi recentissimi. L’opera vuole mettere in luce tali cambiamenti, sottolineandone i legami con le principali linee di tendenza che stanno attraversando il diritto dei contratti. Inoltre, l’opera fornisce una lettura pratica delle norme, evidenziando gli aspetti affrontati dalla giurisprudenza.

Compra subito Anteprima Aggiornamenti

Attenzione!

Devi eseguire il login per visualizzare il PDF in anteprima di questo libro.

×

Attenzione!

Devi eseguire il login per visualizzare gli aggiornamenti di questo libro.

×

Login

Registrati al sito